ೡ Amici di PenelopeBlog...

venerdì 23 marzo 2012

Jack & Jill


Titolo originale Jack & Jill
Scritto nel 1996

Washington, una notte di dicembre un senatore muore,
assassinato nel suo lussuoso appartamento.
Unico indizio: una macabra poesia firmata "J. & J.", in cui
si minaccia una serie di altri delitti di persone in vista.


Nella stessa notte, in un quartiere popolare della città, una bambina viene trovata senza vita.
Esiste un collegamento tra i due delitti?

Il detective Alex Cross ha intenzione di scoprirlo, ma appena tenta di ricomporre le tessere
del puzzle i killer colpiscono ancora. E ancora. Nessuno a Washington può ritenersi al sicuro: né
bambini né potenti, nemmeno il Presidente degli Stati Uniti e la first lady.
Anzi, soprattutto loro, giacché i servizi segreti li chiamano, in codice, «Jack & Jill»…
Un incubo agghiacciante.

****************************************************

Mie considerazioni...
Un'altra terribile indagine per Alex, due casi separati dalla differenza di luoghi e metodi...
ma quanto impiegherà il nostro mitico detective per capire chi, come e perché commette delitti tanto efferati? Ovviamente non ve lo scrivo, vi assicuro il libro merita di esser letto e mi spiacerebbe rovinarvi il gusto, come per ogni romanzo di Patterson, la trama è ricca di descrizioni mai noiose, i particolari e i dettagli sono riportati nel solito modo scorrevole e pulito, conosceremo un po' meglio il nostro psico-detective, soffriremo e gioiremo con lui nel corso delle tanto faticose e difficili indagini...

La sfida è doppia, come spesso accade nei romanzi di Patterson non c'è un solo "killer" da affrontare, come per i poliziotti reali, bisogna seguire più casi... non so se ci sono poliziotti reali come Alex, ma per fortuna so per certo che non abbiamo criminali alla Patterson in Italia...

Autorevoli commenti al romanzo
«James Patterson è uno dei più grandi autori di thriller di sempre e Jack & Jill è il suo romanzo migliore.» Usa Today

Non mi resta che aggiungere... buona lettura!
Ciao ciao

Nessun commento:

Posta un commento

Torna indietro Torna su...